Confagricoltura Campania plaude impegno De Luca, Caputo e Picarone

Il Presidente Marzano: ‘Una boccata di ossigeno per le nostre aziende’

Sullo stesso argomento

Confagricoltura Campania, ringrazia il Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, l’Assessore all’Agricoltura della Regione Campania, Nicola Caputo e il Consigliere regionale, Francesco Picarone, Presidente della Commissione Bilancio del Consiglio regionale, per aver accolto le nostre richieste, recuperando un bando che ha un valore strategico per l’agricoltura della nostra regione.

Di concerto con il Presidente, attraverso il suo Assessorato, Caputo sta mettendo di nuovo al centro dell’agenda politica regionale il mondo agricolo, ascoltando le reali esigenze degli operatori, grazie a costanti e proficui dialoghi, ed attuando una serie di cambiamenti funzionali.

Certo di poter dare risposte positive in tempi brevissimi, l’Assessore, pienamente sostenuto dal Presidente, sta individuando una modalità immediata per finanziare i progetti inseriti nella graduatoria 4.11 del PSR, relativamente ai bandi del 2017, che non erano in posizione utile per l’erogazione dei fondi.

Se consideriamo che questo sforzo segue la delibera di luglio 2022, che ha definito uno stanziamento di 61 milioni e 780mila euro per riconoscere il premio al primo insediamento in agricoltura alle attività di 1.257 giovani agricoltori che erano rimasti senza copertura finanziaria con progetti finanziabili con la tipologia 4.1.2, la vicinanza della Regione ai nostri agricoltori si dimostra ancora una volta fattiva.

Il Presidente di Confagricoltura Campania, in merito, dichiara:

“Apprezziamo l’attenzione che la politica sta riservando al settore e il non facile lavoro che, tramite l’Assessorato all’Agricoltura, sta attuando in una regione di così alta vocazione agricola come la nostra, che vanta eccellenze arcinote anche all’estero.

Innovazione e tradizione, transizione ecologica, tracciabilità e sostenibilità sono le parole chiave per condurci verso quell’agricoltura del futuro che avrà ripercussioni benefiche sull’intera Campania, portando valore aggiunto anche in altri settori.

Nell’attuale contesto geopolitico, sociale, economico e ambientale, una serie di criticità investe il comparto che, tra emergenza idrica ed energetica, rincaro dei prezzi, scarsità di alcune materie prime, rende incerta la sopravvivenza di troppe nostre imprese, che, nel resistere con dignità e tenacia, lanciano un grido d’allarme e chiedono maggiori tutele.

La politica regionale, con lungimiranza e capacità, sta effettivamente risolvendo una drammatica situazione, dando una boccata di ossigeno alle aziende agricole, in modo da consentire il rientro degli investimenti. Non possiamo che esserne orgogliosi”.

© Riproduzione Riservata

Ultimi articoli

Istituto Pollio chiuso per lavori ma aperto per le elezioni: la protesta delle mamme e l’interrogazione di Del Rosso

Dopo la protesta delle mamme degli alunni della scuola di San Benedetto “Generale Pollio” la questione è diventata rilevante: "Sono...

+ letti della settimana

Potrebbe interessarti?