Confindustria Caserta incontra i candidati del CD e M5S. Al centro del dibattito costo dell’energia, dei carburanti e materie prime

Sullo stesso argomento

È terminato oggi il ciclo di incontri organizzato da Confindustria Caserta con i candidati dei principali schieramenti in campo alle prossime elezioni Politiche del 25 settembre. Nel pomeriggio, presso la sede dell’Associazione in via Roma, il leader degli imprenditori casertani, Beniamino Schiavone, insieme ai componenti del Consiglio Generale, si è confrontato, a partire dalle 15,30, con i rappresentanti del MoVimento 5 Stelle. Presenti l’onorevole Giuseppe Buompane, candidato alla Camera dei Deputati, l’onorevole Antonio Del Monaco, candidato al Senato nel collegio uninominale, e il senatore Agostino Santillo, che sarà capolista alla Camera nel collegio plurinominale nelle province di Caserta e Benevento.

A seguire, alle 17,30, è stata la volta della coalizione di centrodestra, con il candidato alla Camera dei Deputati nel collegio maggioritario di Aversa-Mondragone, Gimmi Cangiano, e il capolista della Lega nel collegio plurinominale Caserta-Benevento, Gianpiero Zinzi.

Con le due coalizioni sono stati affrontati alcuni degli argomenti ritenuti più urgenti dagli imprenditori, con particolare riferimento all’aumento del costo dell’energia, dei carburanti e delle materie prime. Oggetto di dibattito anche lo sviluppo strategico del sistema delle infrastrutture e l’abbattimento dei tempi autorizzativi per la realizzazione degli investimenti industriali.

“Il confronto tra il mondo dell’impresa e la politica – ha spiegato il Presidente di Confindustria Caserta, Beniamino Schiavone – è fondamentale per il sistema produttivo e per i territori, che oggi affrontano una stagione particolarmente complessa. Non è più tempo di divisioni partitiche o di sterili contrapposizioni: rischiamo la catastrofe sociale ed è bene che tutti ne siano consapevoli”.

Schiavone, poi, ha sottolineato anche le opportunità che la provincia di Caserta deve cogliere nei prossimi mesi: “Ai candidati chiedo l’impegno di coinvolgere i propri gruppi di appartenenza nel Parlamento Europeo, al fine di sensibilizzare le istituzioni Ue nell’adozione del tetto al prezzo del gas, provvedimento vitale per l’industria italiana. Inoltre – ha aggiunto il leader degli industriali di Terra di Lavoro – abbiamo un’opportunità unica quale il PNRR, che non possiamo permetterci di sprecare. Potenziamento delle infrastrutture, sviluppo digitale e transizione ecologica sono alcuni degli obiettivi imprescindibili per far sì che la provincia di Caserta possa essere considerata un territorio centrale per la ripresa del Mezzogiorno e di conseguenza per il rilancio del Paese”.

Il primo incontro con i candidati si è svolto lunedì 19 settembre, con i rappresentanti del Terzo Polo (Azione-Italia Viva) e della coalizione di centrosinistra.

© Riproduzione Riservata

Ultimi articoli

Istituto Pollio chiuso per lavori ma aperto per le elezioni: la protesta delle mamme e l’interrogazione di Del Rosso

Dopo la protesta delle mamme degli alunni della scuola di San Benedetto “Generale Pollio” la questione è diventata rilevante: "Sono...

+ letti della settimana

Potrebbe interessarti?