IL BLITZ Sgominata banda composta da Rom e italiani. Tutto è partito da una rapina a Casagiove

Sullo stesso argomento

All’alba di questa mattina, la Squadra Mobile di Caserta ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere e degli arresti domiciliari nei confronti di 13 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di reati contro il patrimonio, nello specifico furti in abitazione. Qui il primo lancio.

Disarticolata un’organizzazione criminale composta da individui di origine Rom e italiana specializzata nei furti in appartamento e con grande mobilità in tutto il Sud Italia.

Il tutto è partito nel 2017 da una rapina presso l’abitazione di un’imprenditrice di Casagiove. Durante una notte quattro persone, forzando la porta di ingresso dello stabile e, successivamente, quella che consentiva l’accesso all’appartamento, avevano messo a soqquadro la casa asportando una cassaforte dal muro; un quinto soggetto era rimasto a bordo dell’autovettura con funzioni di palo. I forti rumori avevano svegliato la proprietaria di casa che stava dormendo in camera da letto prima di essere immobilizzata dai malviventi che si sono poi dati alla fuga.

La banda di ladri aveva la sua base logistica a Castel Volturno. Il gruppo criminale utilizzava numerose autovetture truccate intestate a prestanomi. Alla banda si attribuiscono 30 colpi in appartamento, messi a segno sul territorio campano e di regioni limitrofe tra il giugno e il dicembre del 2017. Per 10 componenti della banda si sono aperte le porte del carcere, per altri tre complici la misura degli arresti domiciliari.

© Riproduzione Riservata

Ultimi articoli

Fatture false per operazioni inesistenti, guerra all’ultimo colpo tra due fratelli imprenditori e costruttori

La Guardia di Finanza di Capua attraverso una serie di controlli mirati scoprì un grosso giro di fatture false...

+ letti della settimana

Potrebbe interessarti?