Maddaloni, De Matteo alla Brace. “L’Azzardo” il piatto “simbolo”, cannolo ripieno di carne alla Genovese

Sullo stesso argomento

Si chiama “l’Azzardo” perché rappresenta un vero e proprio azzardo il cannolo creato da Daniele de Matteo che da oltre un anno guida insieme a suo fratello Umberto la nota Braceria che porta il loro cognome situata a Maddaloni, in provincia di Caserta.

Un connubio di grande equilibrio, dove troviamo una delle ricette tipiche partenopee, la genovese avvolta dal calore e dai profumi siciliani della sfoglia del cannolo e dal cioccolato fondente di Modica. La Campania e la Sicilia che si uniscono in un abbraccio creativo e gustoso: il piatto che resiste a tutte le stagioni sempre in carta anche nel prossimo menù “Autunno/Inverno” della “Braceria de Matteo”. Una creazione destinata a diventare “storica”, in quanto, non potrà mai mancare perchè segna l’identikit del cuoco ed è nel Dna della braceria oltre ad essere ciò che i clienti più curiosi chiedono e ordinano.

“È una felice intuizione nata dalla voglia di creare qualcosa di nuovo sposando quella che è la nostra filosofia di lavoro che vede l’incontro tra innovazione e tradizione – racconta il macellaio-bracista Daniele de Matteo – esplorando e sperimentando siamo arrivati alla ricetta ideale che oggi rappresenta uno dei nostri piatti ‘simbolo’, identitari”. La sfoglia del cannolo fragrante e croccante, il ripieno di genovese realizzato come vuole la tradizione e la cremosità del cioccolato fondente sciolto, rendono questa preparazione davvero unica.

“Riproporlo – conclude – non può che essere un piacere, perché per noi non esiste soddisfazione più grande del sapere che i nostri piatti sono apprezzati e durano nel tempo e anche se siamo giovani ed abbiamo molta strada da fare, quando gli habituèe della nostra Braceria lo richiedono, ci sentiamo molti gratificati”. L’Azzardo è un antipasto ma molti lo preferiscono anche per chiudere il pasto dopo aver provato qualche taglio di carne alla brace o marinato dell’ampia selezione di carni nazionali, estere e filetti esotici. “Con l’apertura di questa braceria abbiamo coronato il nostro sogno – ci spiega – e il nostro obiettivo è portare l’attenzione dei buongustai della carne a Maddaloni, stiamo lavorando duro, specie in questo periodo poco favorevole per tutti e, speriamo tanto che i sacrifici ci porteranno dei buoni.

© Riproduzione Riservata

Ultimi articoli

Fatture false per operazioni inesistenti, guerra all’ultimo colpo tra due fratelli imprenditori e costruttori

La Guardia di Finanza di Capua attraverso una serie di controlli mirati scoprì un grosso giro di fatture false...

+ letti della settimana

Potrebbe interessarti?