Maddaloni, sanzionato titolare di bar che non rispetta obbligo di chiusura dopo le 23

Sullo stesso argomento

Nella serata di ieri, in Maddaloni (CE), sono stati ulteriormente intensificati i servizi di controllo del territorio nelle fasce serali, soprattutto al fine di scongiurare la violazione del divieto di assembramento di persone di cui all’art. 1 comma 8 D.L. 33/2020, connessi, in particolar modo, alla movida giovanile.

Pertanto, sono stati svolti servizi di vigilanza in strada diretti a garantire l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherine) da parte della cittadinanza. Nell’occasione sono state controllate numerose persone e controllati molti esercizi commerciali.

Durante i predetti controlli, gli operatori del Commissariato di P.S. di Maddaloni hanno accertato che un bar, sito in Maddaloni,  risultava aperto, in violazione dell’obbligo di chiusura entro le 23.00, come previsto dall’Ordinanza della regione Campania n. 49, che impone la chiusura, entro il citato orario per bar, vinerie, pasticcerie etc., imponendo , invece  agli altri esercizi pubblici di ristorazione, non rientranti nel limite orario citato, l’obbligo di servizio al tavolo, onde assicurare il necessario distanziamento fra gli utenti, salva la facoltà di asporto o consegna a domicilio (Ordinanza regione Campania n. 49 del 20 maggio 2020).

Orbene, nella fase del controllo, all’interno del bar, erano presenti diversi utenti che consumavano sul posto prodotti da banco.

Pertanto, nei confronti del titolare è stata elevata sanzione amministrativa di euro 400, come previsto dall’art. 4 D.L. n. 19 del 25 marzo 2020 e segnalazione all’Autorità competente.

© Riproduzione Riservata

Ultimi articoli

Istituto Pollio chiuso per lavori ma aperto per le elezioni: la protesta delle mamme e l’interrogazione di Del Rosso

Dopo la protesta delle mamme degli alunni della scuola di San Benedetto “Generale Pollio” la questione è diventata rilevante: "Sono...

+ letti della settimana

Potrebbe interessarti?